• Silvia Alparone
  • Una Finestra sul Mondo

#EmergencyMedicineDay: Endorsment Simeu

157 milioni di cittadini europei, un terzo della popolazione del continente, accedono ogni anno al Dipartimento di Emergenza, che dovrebbe sempre rappresentare il primo approdo ai servizi sanitari in caso di patologia acuta o incidente. In Europa, vi si recano circa in 430 mila al giorno5 al secondo, ad esempio in caso di ictus, sepsi, arresto cardiaco o dolore al petto. 

In Italia i pazienti del pronto soccorso sono circa 20 milioni ogni anno.

 

“L’emergenza sanitaria è un servizio sanitario fondamentale – sottolinea Francesco Rocco Pugliese, presidente nazionale Simeu – che permette spesso di salvare la vita ai pazienti e di ridurre i casi di invalidità: per questo è necessario che sia un servizio pubblico, accessibile gratuitamente a tutti, e che abbia il più alto livello di qualità possibile”.

 

Simeu, Società italiana di medicina di emergenza-urgenza appoggia e si unisce alla campagna informativa internazionale promossa da Eusem, European Society for Emergency Medicine per il 27 maggio, Emergency medicine Day: una giornata che si propone di coinvolgere i cittadini e i decisori politici in una riflessione dedicata all’importanza dei servizi di emergenza sanitaria. In occasione dell’Emergency Medicine Day 2019, è stata realizzata una campagna video, lanciata sui social media, con report e dati esemplificativi sul tema e con le testimonianze dei medici di emergenza-urgenza che, in prima persona, si confrontano ogni giorno con tali situazioni. 

 

I numeri

Nel video vengono presi in esame tre fra le più importanti patologie o disfunzioni che richiedono un intervento immediato dei medici d’emergenza: l’ictus, il trauma, il dolore al petto.

 

Ogni anno si verificano in Europa un milione di casi di ictus, 35 milioni di casi di trauma che rappresentano il 22% dell’attività del dipartimento di medicina d’emergenza e 7.600.000 casi di dolore al petto.

 

 

Le iniziative

Il 27 maggio, in occasione dell’Emergency Medicine Day, molti Paesi europei ed extra-europei lanciano iniziative – in particolare convegni ed eventi formativi che prevedono anche la partecipazione dei più giovani – sulla promozione della medicina d’emergenza e sulla difesa del diritto alla salute. Fra questi:

 

Firenze: 11° Refresher Course, una quattro giorni di formazione che coinvolge i giovani medici sui temi della medicina d’emergenza. Scopri di più

 

Ghaziabad, India: National Poster Competition, una competizione sui migliori poster per raccontare come professionisti appassionati e competenti stanno trasformando la medicina d’emergenza nel Paese. Scopri di più

 

Portlaoise, Irlanda: evento formativo alla Ballylinan National School. Scopri di più

 

Zeytinburnu, Turchia: conferenza sulla medicina d’emergenza. Scopri di più.

 

 

Per maggiori informazioni:

www.emergencymedicine-day-org e sui social #EmergencyMedicineDay