Download PDF
  • Rosa Grimaldi
  • Area Nursing

Il nursing del paziente con edema polmonare acuto cardiogeno dal Pronto Soccorso all’Unità di Terapia Intensiva Cardiologica

  • X - Novembre 2014
  • ISSN 2532-1285

Sintesi

I pazienti con edema polmonare acuto cardiogeno (EPAc) richiedono un rapido intervento terapeutico-assistenziale di cui l’infermiere fa attivamente parte, poiché contribuisce alla realizzazione di procedure volte a correggere tutte quelle condizioni che sono causa e conseguenza della patologia.

L’assistenza infermieristica al paziente con EPAc in ambito ospedaliero, ha inizio in Pronto Soccorso (PS) e prosegue, salvo variazioni clinicamente significative, in una Unità di Terapia Intensiva Cardiologica (UTIC).

Sia in PS che in UTIC, l’infermiere che assiste un paziente con EPAc deve possedere delle conoscenze e delle capacità in grado di consentire il trattamento più adeguato e più rapido della condizione patologica ed evitare, quindi, che la stessa precipiti verso un’evoluzione altamente sfavorevole.

Abstract

Patients with Acute Cardiogenic Pulmonary Edema need rapid therapeutic care for which the nurse plays an active part as he/she contributes to the implementation of procedures to correct all conditions that are cause and consequence of the disease.

The nursing care to patients with ACPE in the hospital begins in the Accident and Emergency Department (A&E) and continues, unless there are clinically significant changes, in a Cardiac Intensive Care Unit (CICU). Both in A&E and in CICU, the nurse assisting a patient with EPAC must possess the knowledge and skills that can enable the most appropriate and quickest treatment to avoid conditions deteriorating.

Download PDF